Archivio

Archivio Agosto 2007

“imparate a sentire il respiro dell’altro..”

31 Agosto 2007 Nessun commento

il matrimonio

31 Agosto 2007 3 commenti

Allora nuovamente parlò Almitra, e domandò:
Maestro, che cos’è il Matrimonio?
Ed egli rispose dicendo:
Voi siete nati insieme
e insieme starete per sempre.
Insieme, quando le bianche ali della morte
disperderanno i vostri giorni.
Insieme nella silenziosa memoria di Dio.
Vi sia spazio nella vostra unità,
e tra voi danzino i venti dei cieli.
Amatevi l’un  l’altra,
ma non fatene una prigione d’amore:
Piuttosto vi sia tra le rive delle vostre anime
un moto di mare.
Riempitevi a vicenda le coppe,
ma non bevete da una coppa sola.
Datevi cibo a vicenda,
ma non mangiate dello stesso pane.
Cantate e danzate insieme e siate giocondi,
ma ognuno di voi sia solo,
come sole sono le corde del liuto,
sebbene vibrino di una musica uguale.
Datevi il cuore,
ma l’uno non sia nascondiglio all’altro.

              Kahlil  Gibran  "Il Profeta"

Prosegui la lettura…

se non hai…

31 Agosto 2007 1 commento

"Se non hai un amico che ti corregga,

Prosegui la lettura…

i giorni dell’accoglienza

31 Agosto 2007 Nessun commento

Due letti richiudibili. L’aria condizionata. Una bella cena a base di pasta con le verdure e carne, niente di tipicamente abruzzese a parte il vino Montepulciano, ma tanta sostanza, per rifocillare le stanche membra emiliane. Ogni confort, insomma. Solo l’ascensore non sono riusciti a metterlo in tempo Giampaolo Micolucci e Maria Concetta Zulli. Perciò Jacopo Buldrighini e Mauro Pedroni si sono fatti tre piani a piedi. Niente a confronto degli oltre 500 chilometri che separano Reggio Emilia da Lanciano, in provincia di Chieti. Distanze geografiche che si accorciano grazie alla fede. E al tavolo della famigliola abruzzese approdano i due ospiti, che vengono dalla parrocchia dell’Annunciazione della Beata Vergine Maria di Montecavolo, a dieci chilometri dal capoluogo.
Fanno parte della delegazione di 400 giovani dell’Agorà ospiti dell’arcidiocesi di Lanciano-Ortona in attesa dei giorni di Loreto. Uno ha 21 anni ed è studente di ingegneria, l’altro accompagna il gruppo ed è un educatore di 46 anni che porta avanti un’impresa edile. Insieme ai 310 reggiani sono approdati nell’entroterra adriatico un’ottantina di cremaschi e nove ospiti stranieri, cinque austriaci e quattro finlandesi.
Giampaolo e Maria Concetta – 35 anni lui, 34 lei, un bimbo di due anni e mezzo, Paolo – fanno parte del Rinnovamento nello Spirito.
Ora anche del consistente gruppo di 250 famiglie lancianesi e ortonesi che stanno accogliendo i 400 ospiti. «Per noi accogliere fa parte della spiritualità familiare. E così partecipiamo a un avvenimento che vede sì i giovani protagonisti, ma che è di tutta la Chiesa, accogliendo i pellegrini facciamo anche noi il pellegrinaggio» – spiega Giampaolo, commercialista, mentre Maria Concetta è insegnante di filosofia, al momento impegnata nel sostegno. Entrambi hanno delle Gmg dietro le spalle: Czestochowa, Parigi e Roma per lui. Le ultime due per lei.
Giovani o meno giovani, la risposta delle famiglie di Marche, Abruzzo, Umbria e Romagna è stata forte . Secondo gli organizzatori, infatti, ben l’82% dei giovani dell’Agorà troverà posto in una casa in questi giorni. Qui a Lanciano si sono ingegnati. Hanno addirittura pensato ai celiaci e così due partecipanti, affetti da questa intolleranza alimentare, sono stati ospitati in un famiglia di Ortona con lo stesso problema (anche i menù della mensa attiva nella tre giorni preparatoria terranno conto della presenza di glutine). C’è stato anche un eccesso di richieste. Tanto che qualche nucleo con rammarico è stato costretto a rinunciare. Una ventina i volontari impiegati nel distribuire i pullman nella varie destinazioni, quasi tutti ventenni. Con altri 35 coetanei della diocesi si aggiungeranno agli ospiti per la via verso Loreto, verso l’incontro con Benedetto XVI. Lo racconta il responsabile della pastorale giovanile della diocesi di Lanciano-Ortona, Roberto Di Matteo, anche lui 34 anni e padre di un bimbo di sette mesi. Non c’era ancora, quando iniziavano gli incontri preparatori. C’è stato un cammino insieme, durato più di un anno con tre incontri tra reggiani e lancianesi. «Per costruire un momento nel quale siano davvero i ragazzi a raccontarsi» – spiega don Luigi Rossi, «collega» di Roberto nella diocesi emiliana. I reggiani parleranno di carità e missione, con l’aiuto di rinforzi che arriveranno domani dall’Emilia per la catechesi. Saranno 50 giovani e religiosi delle Case della carità, una congregazione nata in loco. Mentre oggi saranno i padroni di casa a tenere una catechesi sull’Eucaristia a partire dal binomio «dubbio» (tornato d’attualità per il buio raccontato da Madre Teresa) e «presenza».
Siamo nella città del miracolo eucaristico e del celebre santuario dedicato a quell’evento del XIII secolo. Un pellegrinaggio vi si tiene stamani con un momento di adorazione personale. A casa Micolucci è tempo della preghiera. Arriva anche un sacerdote reggiano. Ma è il capo famiglia ad animare il breve momento di raccoglimento. Poi via, dopo cena tutti alla stazio ne per la festa generale. Come una grande famiglia.

Prosegui la lettura…

Donna senza retorica

30 Agosto 2007 Nessun commento

  Santa Maria, donna senza retorica, prega per noi inguaribilmente malati di magniloquenza. Abili nell’usare la parola per nascondere i pensieri più che per rivelarli, abbiamo perso il gusto della semplicità.

Santa Maria, donna senza retorica, prega per noi peccatori, sulle cui labbra la parola si sfarina in un turbine senza costrutto. Si fa voce, ma senza farsi mai carne. Ci riempie la bocca, ma lascia vuoto il grembo.

Santa Maria, donna senza retorica, la cui sovraumana grandezza è sospesa al rapidissimo fremito di un "fiat", prega per noi peccatori, perennemente esposti, tra convalescenze e ricadute, all’intossicazione di parole.

Proteggi le nostre labbra da gonfiori inutili. Fa’ che le nostre voci, ridotte all’essenziale, partano sempre dai recinti del mistero e rechino il profumo del silenzio. Rendici come te, sacramento di trasparenza, e aiutaci, finalmente, preché nella brevità di un "sì" detto a Dio, ci sia dolce naufragare: come in un mare sterminato.

non è….

30 Agosto 2007 Nessun commento

 La morte non è

Prosegui la lettura…

n. 82

29 Agosto 2007 Nessun commento

Messaggio numero 82

Prosegui la lettura…

fa’ così anche tu

29 Agosto 2007 Nessun commento

L’acqua della sorgente dice all’uomo:
"Ai pellegrini che si fermano qui assetati e stanchi

Prosegui la lettura…

solo l’infinito…

29 Agosto 2007 Nessun commento

 I giovani verso Loreto. «La verità – ha detto il Papa ai giovani, una sera di giugno ad Assisi – è che le cose finite possono dare barlumi di gioia, ma solo l’Infinito può riempire il cuore». Vale la pena seguire questo fiume di gioventù sino a Loreto, perché il suo viaggio riguarda sino in fondo ciascuno di noi…

Prosegui la lettura…

sono libero quando….

28 Agosto 2007 Nessun commento

  Sono libero quando accetto la libertà degli altri.
Sono libero quando riesco ad essere persona.
Sono libero quando credo che l’impossibile è possibile solo a Dio 
Sono libero se la mia unica legge è l’amore.
Sono libero quando credo che Dio è più grande del mio peccato.
Sono libero quando solo l’amore riesce a incantarmi.
Sono libero se mi accorgo che ho bisogno degli altri.
Sono libero quando sono capace di ricevere la felicità che mi regalano gli altri.
Sono libero se solo la verità può farmi cambiare strada.
Sono libero se sono pronto anche a rinunciare ai miei diritti.
Sono libero quando amo il bene del mio prossimo più della mia stessa libertà.

                                         (don Mazzolari)

Prosegui la lettura…